ATTENZIONE: stiamo organizzando un campo solidale per giovani e adulti dal 13 al 30 agosto 2019. Se sei interessato compila il modulo sottostante.

A gennaio tanti incontri per raccontarvi come fare a partire con noi per Gulu con il campo solidale. Scegli la data che ti interessa e vieni a sentire le testimonianze, il programma e l’obiettivo del viaggio, i costi e tutte le informazioni utili:
– mercoledì 16 Sala Polivalente Daverio ore 21.00, via Piave 6 (va);
– venerdì 18 Sala Triacca Azzate ore 21.00, Via Alessandro Volta 26 (va);
– domenica 20 Castronno (va) ore 16.30, via Cacciatori delle Alpi 16 (dalle 14.30 apertura show room);
– giovedì 24 Bica-Biblioteca di Carnago ore 21.00, via Libertà 5 (va);
– sabato 26 Sede Csv Insubria Varese ore 16.30, via Don L. Brambilla 15 (va).

PER CHI È PENSATO
Il campo solidale per giovani e adulti è aperto ad amici, sostenitori, curiosi che vogliono immergersi nella cultura ugandese, vivendo un’esperienza incredibile a contatto con le persone con cui Good Samaritan lavora e con i beneficiari dei nostri progetti. Guarda i video e ascolta le testimonianze dirette di chi è partito per Gulu!

COS’È IL CAMPO SOLIDALE
Ogni anno Good Samaritan organizza un viaggio in Uganda per le persone che hanno il desiderio di entrare in contatto con la realtà africana, e nello specifico con la comunità di Gulu, per vivere un’esperienza indimenticabile.
Il campo solidale ti permetterà di conoscere le attività sostenute dall’associazione e di condividere la vita quotidiana con i collaboratori il loco e i beneficiari dei nostri progetti. Il campo è promosso con la collaborazione della ONG Comboni Samaritans of Gulu e della Cooperativa Wawoto Kacel.

Il viaggio non è di “volontariato”, ma di conoscenza e scoperta, un approccio imprescindibile se desideri realmente operare, in un futuro, sul campo o se è la prima volta che viaggi in Africa. Per i viaggi di volontariato è necessario essere inseriti in un progetto, per un minimo di un mese a un massimo variale, in modo da vederne l’inizio, lo sviluppo e la fine. Per fare volontariato è necessario inoltre mettere a disposizione una competenza specifica. Questo viaggio non richiede nessuna competenza se non la voglia di mettersi in gioco, scoprire, sperimentare e lasciarsi emozionare: è un viaggio che deve essere utile a te e non alle persone che conosceremo. Lascia a casa la voglia di “fare” qualcosa e porta la voglia di partecipare, capire, conoscere e “condividere”. Le attività sono pensate proprio per interagire con le persone del posto, conoscerne la cultura, le tradizioni e sperimentare uno stile di vita diverso dal nostro. Il gruppo è misto, sia per genere che per età, questo permette un cammino davvero arricchente per tutti!

CHE COSA FARAI
Durante i diciotto giorni di permanenza e attività saranno moltissime. Si vivrà una giornata con una famiglia del posto; si visiteranno alcune realtà del progetto Bambini Capo Famiglia; si avrà modo di visitare una scuola, fare uno scambio culturale con gli studenti e vedere come studiano i bambini; si andranno a trovare i bambini dell’orfanotrofio St. Jude; si farà animazione con i bambini del St. Mary Hospital Lacor; si giocherà con i compagni d’avventura al Recreation Project – un parco pensato per il recupero degli ex bambini soldato; si partirà per un meraviglioso safari al Murchison Falls National Park; si conosceranno le donne della Cooperativa Wawoto Kacel e i bambini dell’asilo Nido delle Collane; scopriremo le realtà di microcredito che aiutano tante persone in difficoltà. Non mancherà il tempo libero durante il quale si potrà passeggiare per la città di Gulu e fare acquisti al mercato. Ad accompagnare il gruppo di minimo 10 persone ci sarà Susanna, la guida.

INFORMAZIONI UTILI
Per quanto riguarda il preventivo: il volo va pagato direttamente all’agenzia viaggi (prima un acconto e poi il saldo); nella quota è previsto un contributo per la guida che dovrà essere versato all’associazione una volta definito il gruppo e confermata la partenza. Il resto (safari, alloggio, vitto, trasporto) va pagato in loco. Si possono portare i soldi e cambiare il loco o una carta prepagata e prelevare il necessario in banca. Scrivici per avere il preventivo del viaggio.

Una volta confermata la partenza si potrà procedere con il vaccino per la febbre gialla (l’unico obbligatorio). E’ consigliata la terapia antimalarica durante il viaggio (malarone o lariam).

Le selezioni per il campo avvengono in questo modo: viene data priorità alle persone che ci contattano per prime (o che confermano per prime), con le quali dovremo fare un colloquio conoscitivo. Viene solitamente organizzato un incontro di “formazione” (uno o due mesi prima della partenza) in provincia di Varese per conoscersi e prepararsi all’esperienza.

BANNER-SCAMBI-FINAL-300x250