ICONE-X-SAD

 

PERCHÉ ATTIVARE UN SOSTEGNO A DISTANZA (SAD) CON GOOD SAMARITAN?
1. Perché ogni bambino dovrebbe avere la possibilità di studiare. In Nord Uganda, come in molti altri paesi africani, l’educazione non è un diritto, ma un privilegio per pochi.

2. Perché nel progetto Sostegno a Distanza di Good Samaritan sono coinvolti circa 650 bambini, orfani o figli di genitori gravemente ammalati, che vengono sostenuti nel loro percorso di crescita e di vita, attraverso l’educazione e l’istruzione.

3. Perché la nostra mission si fonda sul trasferimento alla comunità di Gulu di opportunità, strumenti e risorse, affinché i bambini di oggi diventino gli uomini e le donne di domani, capaci di creare e sviluppare il loro futuro in Uganda.

4. Perché il principio di trasparenza è fondamentale per noi: ti forniremo tutte le informazioni necessarie per darti la sicurezza e la garanzia che la tua donazione offra veramente delle preziose opportunità.

Il tuo non sarà soltanto un impegno di tipo economico, ma di solidarietà umana: conoscerai la storia del bambino e contribuirai a costruire il suo futuro.
Il tuo intervento sarà davvero efficace per dare ad un bambino la possibilità di iniziare o di continuare un percorso scolastico e per fornire assistenza sanitaria ed aiuto psicologico ed economico a famiglie in difficoltà e a minori rimasti soli, proteggendoli così da sfruttamenti ed abusi.

Grazie al prezioso sostegno dei suoi donatori, il progetto SAD ogni anno continua a supportare ogni anno centinaia di ragazzi e di  famiglie, condividendo le loro difficoltà e sviluppando un clima di amore, speranza e fiducia nel futuro.

 

COSA FARAI CON 0,80 CENTESIMI AL GIORNO
– Pagherai l’iscrizione annuale a scuola, le tasse scolastiche, le tasse per gli esami di fine anno e di fine ciclo.
– Fornirai una divisa scolastica completa, indispensabile per partecipare alle lezioni.
– Comprerai il materiale scolastico, come penne, quaderni e libri.

Puoi attivare un sostegno a distanza come singolo o coinvolgere i tuoi amici, parenti e colleghi e costituire un gruppo solidale.

Il sostegno a distanza ha cambiato la vita di Masimo, ora direttore dei Comboni Samaritans of Gulu:

 

COME RIMARRAI IN CONTATTO
Per attivare un SAD contatta Luciana, responsabile del progetto, scrivendo a: sostegnoadistanza@good-samaritan.it.
Appena attiverai un SAD ti verrà inviata una scheda con la foto e i dati del bambino. Una volta all’anno riceverai una lettera scritta dal bambino con una nuova fotografia, o con un suo disegno (qualora non sia in grado di scrivere o si senta in difficoltà ad esprimersi).
Se lo desideri, puoi inviarci delle lettere destinate al bambino che sostieni: gliele recapiteremo noi per te.
Ancora più emozionante può essere andare a trovare il bambino direttamente nel suo paese, visitando la sua scuola e la sua casa!

 

TUTTO QUELLO CHE SERVE SAPERE
La quota annuale è di € 290,00 e copre le spese sopra descritte.
La somma può essere versata tramite bollettino di c/c postale o bonifico bancario (anche in due o tre rate).
La ricevuta del versamento è valida ai fini della detrazione fiscale.

All’atto della richiesta di attivazione del SAD verrà inviato un modulo di adesione da compilare e restituire firmato.
Dopo il versamento della quota il sostegno verrà considerato attivo.
La data del primo versamento servirà da “punto di riferimento” per i successivi rinnovi annuali.
(NB: in caso di eventuali difficoltà nel sostenere l’impegno del proprio SAD, chiediamo cortesemente di darcene comunicazione).

 

Contatta Luciana scrivendo a sostegnoadistanza@good-samaritan.it e chiedile informazioni per iniziare un Sostegno a Distanza.

 

Opyio 271113 

 

  Incontra e ascolta i bambini

 

 

21Febbraio14 Zio Giuseppe foto

 

Incontra e ascolta i donatori

 

 

 

NOTA BENE
Good  Samaritan fa parte del coordinamento de La Gabbianella Onlus, che ha promosso nel 2004 la Carta dei Principi per il Sostegno a Distanza, sottoscritta dalle circa 40 Associazioni aderenti al Coordinamento per garantire la trasparenza della gestione delle donazioni dei sostenitori e per tutelare i beneficiari, affinché abbiano l’opportunità di acquisire capacità e autonomia tramite progetti ispirati alle loro reali esigenze, seguiti e verificati dalle Associazioni.
La Carta è stata poi assorbita da “Le linee guida per il sostegno a distanza” redatte dall’Agenzia per le Onlus, in collaborazione con tutte le associazione del settore. Nel 2012 l’Agenzia è stata soppressa e le sue funzioni sono state ora trasferite al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Nel novembre 2013 la Gabbianella ha redatto e presentato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri “La Carta dei principi del sostenitore”, allo scopo di promuovere il ruolo attivo dei cittadini nel sostegno a distanza per favorire il progresso sociale e umano di bambini, famiglie e comunità locali.

logoGab_wide